Trekking: la via Francigena (Febbraio ’14)

In attesa dei nuovi programmi e della ripresa delle nostre attività pubblichiamo qualche stralcio di attività svolte nella stagione che sta per finire.

DSC_0946Fabbraio 2014

Trekking sulla Francigena: da Badia a Coneo a Monteriggioni.
Dopo molti giorni di pioggia finalmente riusciamo a percorrere il tratto della via Francigena: quello che va da Badia a Coneo fino a Monteriggioni.

Il percorso inizia da Badia a Coneo, abbazia di origine longobarda appartenuta ai monaci vallombrosiani.DSC_0664

Si attraversa la frazione di Quartaia, poi Fabbrica e la fonte Sant’Antonio, si passa sotto Onci e facciamo una breve una sosta al mulino di Calcinaia, dove Giuliano ci mostra il vecchio mulino e il suo funzionamento.DSC_0674DSC_0682

DSC_0993DSC_1026Il guado a Pieve a Elsa non è agibile, in più ci si è messa anche per la piena dell’Elsa, quindi lo aggiriamo fino ad arrivare ai Bagni delle Caldane, di epoca etrusca-romana.Ci fermiamo per la sosta pranzo.

DSC_1084DSC_1086

 

DSC_0949Riprendiamo il cammino lungo viottoli e campi infangati e ci dirigiamo verso il borgo fortificato di Strove, già Castello della Repubblica di Siena , e poi il castello di Petraia.

DSC_0963DSC_0955
Costeggiando un antico muro si arriva a Badia a Isola, importante monastero sorto nel X secolo, che Sigerico chiama stazione Burgenove.
DSC_1101Infine si arriva al castello di Monteriggioni, cittadella fortificata dai senesi nel 1213 contro l’avanzata fiorentina. Ancora oggi la sua cinta muraria appare come una corona di torri e, grazie al sentiero seguito, la possiamo ammirare da una prospettiva insolita: a livello delle sue torri. Proseguiamo e dopo quasi un paio di km. giungiamo alle mura e, attraverso la Porta Franca entriamo nella cittadella.

DSC_1108Trekking interessante anche se un pò lungo. Una piacevole giornata dopo giorni di pioggia in buona compagnia. Un grazie a Francesco per le foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.